Consorzio Tutela Doc Friuli Latisana

Doc Friuli Latisana
 
Istituzionale
 
Produttori
 
Vini
 
Eventi
 
Contatti
 
Links

Statuto

Art. 17 – CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE.
Il Consiglio di Amministrazione è costituito da un minimo di sei a un massimo di nove membri il cui numero è di volta in volta fissato dall’Assemblea, essi rimangono in carica quattro anni e sono rieleggibili.
Possono essere eletti gli associati, o, per gli Enti associati, i rispettivi Presidenti o delegati.
La composizione del Consiglio deve prevedere un’equa rappresentanza di tutte le categorie che partecipano al ciclo produttivo presenti nel Consorzio, secondo quanto previsto dal Regolamento.
Possono essere invitati al Consiglio di Amministrazione, senza diritto di voto, esperti vitivinicoli o rappresentanti delle Pubbliche Amministrazioni.
Il Consiglio di Amministrazione uscente provvede alla composizione delle liste sentite le categorie ed eventuali gruppi di associati, contenenti i nominativi dei candidati in numero almeno doppio rispetto al massimo dei membri eleggibili.
L’assemblea elettiva può esprimere il proprio voto ai candidati indicati nelle schede elettorali proposte dalle diverse categorie degli associati, o di diversi gruppi di associati, affinchè il Consiglio risulti equamente ripartito tra categorie e denominazioni. L’associato votante potrà sostituire le persone proposte nella propria lista di appartenenza, con altri associati appartenenti alla medesima categoria.
Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 2, comma 2, del D.M. 256 del 1997, tutte le denominazioni tutelate debbono essere rappresentate nel Consiglio di Amministrazione ed il numero dei Consiglieri cui affidarne la rappresentanza è proporzionalmente commisurato al livello produttivo degli associati di ciascuna di esse. I consiglieri durano in carica quattro anni dalla loro nomina e sono rieleggibili.
Se nel corso del mandato vengono a mancare uno o più amministratori, subentra nell’incarico un associato della stessa categoria, nominato per cooptazione dal Consiglio di Amministrazione. Tale mandato ha effetto sino ad una successiva assemblea ordinaria o straordinaria.
I membri del Consiglio di Amministrazione assenti senza giustificato motivo da tre sedute consecutive decadono dalla carica. Il Consiglio può delegare parte delle proprie attribuzioni ad uno o più amministratori, mediante apposite procure revocabili, oppure ad un Comitato Esecutivo, disciplinandone in tal caso il funzionamento.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 [10] 11 12 13 14 15

P.IVA 80011770304