Consorzio Tutela Doc Friuli Latisana

Doc Friuli Latisana
 
Istituzionale
 
Produttori
 
Vini
 
Eventi
 
Contatti
 
Links

Statuto

Art. 4 – SCOPI
Lo scopo essenziale ed oggetto principale dell’attività del Consorzio, consiste nel tutelare, valorizzare e curare gli interessi relativi alla denominazione di origine “FRIULI LATISANA”. A tal fine può:
a) svolgere tutte le attività ed i compiti attribuiti ai Consorzi dalla legislazione nazionale in materia di vini a denominazione di cui alla L.164 del 1992 e relativi regolamenti;
b) organizzare e coordinare le attività delle categorie interessate alla produzione, vinificazione ed imbottigliamento di ciascuna delle denominazioni, nell’ambito delle proprie specifiche competenze, ai fini della tutela e della valorizzazione delle denominazioni stesse;
c) praticare una specifica attività onde assicurare la corrispondenza tra gli adempimenti operativi cui sono tenuti i produttori e le norme dei disciplinari di produzione, nonché tutelare le denominazioni dal plagio, dalla sleale concorrenza, dall’usurpazione e da altri illeciti, difendendo in ogni sede i legittimi interessi del Consorzio, anche costituendosi parte civile;
d) attuare tutte le misure per valorizzare direttamente ed indirettamente le denominazioni, sotto il profilo tecnico e dell’immagine;
e) collaborare con Enti e soggetti aventi scopi affini per promuovere e realizzare iniziative atte alla valorizzazione ed al sostegno della produzione vitivinicola e dei prodotti tutelati.
Il Consorzio inoltre può:
a) proporre la disciplina regolamentare delle rispettive denominazioni dei vini:
b) espletare funzioni consultive ed operative nei riguardi degli organismi istituzionali comunitari, nazionali e loro uffici periferici, degli enti regionali, enti locali, Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura in materia di gestione degli albi dei vigneti e degli elenchi delle vigne, di denuncie di produzione delle uve e dei vini, di distribuzione dei contrassegni di cui all’art. 23 della legge 164 del 1992 e successive eventuali modifiche in materia di vini a denominazione;
c) curare la formazione e fornire assistenza tecnica nelle varie fasi interessate al settore vitivinicolo, compresa la fornitura dei servizi generali relativi all’utilizzo delle denominazioni;
d) istituire uffici per i rapporti con i terzi relativamente alle attività svolte in nome e per conto delle aziende associate;
e) collaborare ad organismi rappresentativi di denominazioni a base sia più ampia che più ristretta, anche per utilizzare le loro strutture amministrative e tecniche;
f) aderire ad altre organizzazioni ed associazioni di Consorzi di Tutela delle denominazioni aventi scopi di coordinamento ed assistenza e comunque affini ai propri, anche affidando o delegando loro funzioni e compiti propri;
Al fine di meglio perseguire gli scopi suddetti, il Consorzio può inoltre richiedere:
- di essere incaricato a collaborare alla vigilanza sull’applicazione della L. 164 del 1992 nei confronti dei propri associati;
- l’autorizzazione ad esercitare le funzioni di cui all’art. 21 L. 164 del 1992.
a) tutelare la viticoltura nella zona di produzione dei vini “Friuli Latisana” e difenderne le produzioni;
b) favorire la conoscenza e la diffusione dei vini “Friuli Latisana” svolgendo ovunque apposita propaganda;
c) vigilare affinché non vengano messi in commercio sotto il marchio consortile vini che non abbiano le complete caratteristiche dei vini originari tutelati:
d) assistere i consorziati nel perfezionamento delle colture viticole e della produzione dei vini tutelati, vigilando nel contempo perché sia correttamente applicato il disciplinare di produzione;
e) promuovere, per quanto possibile, il riconoscimento della denominazione di origine controllata e garantita, dei vini “Friuli Latisana” di particolare pregio;
f) tutelare, curare gli interessi generali, promuovere e valorizzare il riconoscimento della “indicazione geografica tipica” dei vini prodotti nella provincia di Udine e nelle aree limitrofe della regione e zone confinanti con la stessa, ai sensi dell’art. 19 della legge 10.02.1992 n. 164 e successive modifiche ed integrazioni, e relativi decreti di attuazione che sono e saranno emanati.

1 [2] 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

P.IVA 80011770304